Ranking Atp, Sinner allunga su Djokovic e Alcaraz

Roma, 24 giu. (askanews) – Il trionfo a Halle fa volare Jannik Sinner e la coppia Simone Bolelli e Andrea Vavassori. estende il suo vantaggio sui principali rivali nei PIF ATP Rankings, la classifica basata sui migliori risultati delle ultime 52 settimane. Sinner è anche in testa alla Race to Turin come la coppia Bolelli/ Vavassori.

L’altoatesino ha vinto il primo torneo giocato da numero 1 del mondo. E’ diventato il 17mo giocatore in attività con almeno un trofeo all’attivo su tutte le tre superfici che caratterizzano il circuito: erba, duro e terra battuta.

Questa settimana Sinner ha 9.890 punti in classifica, 1.530 più di Novak Djokovic, risalito al numero 2 anche senza giocare, e 1.760 più di Alcaraz, scivolato al terzo posto non essendo riuscito a confermare il titolo vinto al Queen’s dodici mesi fa. Tutti e tre torneranno direttamente in campo a Wimbledon. Ai Championships, Sinner parte con un vantaggio virtuale ancora più ampio in quanto ha fatto peggio degli altri due rivali l’anno scorso. L’azzurro infatti perderà 720 punti, Djokovic 1.200 mentre Alcaraz potrà al massimo pareggiare il suo attuale bottino.

Per quanto riguarda i movimenti della settimana, il campione del Queen’s Tommy Paul è il nuovo n.1 USA. Gli Stati Uniti festeggiano anche l’ingresso in Top 20 di Sebastian Korda. Best ranking anche per Hubert Hurkacz, Sebastian Baez, Jack Draper che entra in Top 30, Zhizhen Zhang primo cinese in Top 35, il francese Giovanni Mpetshi Perricard che per la prima volta sale in Top 60. Chi guadagna più posizioni è Goffin, che risale in Top 100 (n.82, +27) grazie al titolo al Challenger di Ilkley.

Per quanto riguarda gli azzurri, è una settimana con pochi acuti alle spalle di Sinner e Lorenzo Musetti, tornato in Top 25 grazie alla prima finale ATP in carriera sull’erba. Complessivamente nei PIF ATP Rankings di questa settimana l’Italia conta quattro giocatori in Top 40 e nove tra i primi 100 del mondo.