Rsf denuncia: Kiev aumenta pressione sui media

Roma, 20 giu. (askanews) – Reporter Senza Frontiere (RSF), organo indipendente di controllo dei media, ha accusato l’Ucraina di aumentare la pressione politica sui giornalisti nel paese nel tentativo di controllare la narrativa.

“Sorveglianza, minacce di arruolamento nell’esercito, maggiore controllo da parte delle autorità… Sui media ucraini crescono pressioni politiche e ostacoli”, ha affermato RSF in una nota.

L’organizzazione no-profit con sede a Parigi ha affermato che almeno cinque giornalisti sono stati sorvegliati o minacciati a causa di pubblicazioni sulla corruzione dall’inizio del 2024. Uno di loro, Yuriy Nikolov, un giornalista investigativo, è stato minacciato da individui mascherati a gennaio di essere arruolato con la forza. nelle forze armate a causa di un articolo che ha scritto per un giornale anti-corruzione.

In un altro esempio, un rappresentante militare è stato nominato direttore dell’agenzia di stampa ucraina Ukrinform e tra i suoi dipendenti è stata diffusa una lista di ospiti indesiderati.

Jeanne Cavelier, responsabile dell’ufficio RSF per l’Europa orientale e l’Asia centrale, ha esortato le autorità ucraine ad attuare una “tabella di marcia per la libertà di stampa” presentata dall’organizzazione all’inizio di giugno. L’Ucraina è al 61° posto su 180 paesi nell’indice internazionale sulla libertà di stampa 2024 stilato dalla RSF.