Schlein a Pride: al G7 sparite parole su diritti, Pd continua lotta

Roma, 15 giu. (askanews) – “Una straordinaria partecipazione al Pride di Roma, ne seguiranno tanti altri in tutta Italia. Noi continueremo adifendere i diritti delle persone LGBTQIA+, nonostante il governo abbia perso un’altra occasione durante questo G7, dove magicamente sono sparite alcune parole. E’ sparita la parola l’aborto, è sparita la parola identità di genere, è sparita la parola orientamento sessuale”. Lo ha detto la segreteria del Partito democratico, Elly Schlein, al Roma Pride.

“Possono cancellare qualche parola, ma non possono cancellare – ha aggiunto – i nostri corpi e la nostra lotta per la libertà e l’eguaglianza di tutte le persone. Quindi noi, come Partito democratico, continueremo a lottare per il matrimonio egualitario, per una legge contro l’odio e l’omobilesbotransfobia e per i diritti di tutte e tutti i figli delle coppie omogenitoriali. perché è una vergogna che dopo un anno e mezzo di questo governo Meloni l’Italia sia scivolata alla 36esima posizione su 48 in Europa, più in basso dell’Ungheria sui diritti LGBTQI+. Noi continueremo a lottare. L’amore non si discrimina”.