L’attacco di Hamas a Israele. Le conseguenze per l’equilibrio geopolitico regionale e gli Accordi di Abramo

Si terrà al Centro Studi Americani il prossimo 13 novembre, alle ore 17, l’evento: “L’attacco di Hamas a Israele. Le conseguenze per l’equilibrio geopolitico regionale e gli Accordi di Abramo”, organizzato in collaborazione con l’Atlantic Council.

Nel mezzo del quarto conflitto in corso tra Israele e il gruppo islamista Hamas nella Striscia di Gaza, la regione del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA) si trova impantanata in una rete di conflitti regionali e subregionali. L’interazione delle rivalità interstatali tra i Paesi arabi e a maggioranza musulmana costringe i governi dell’area a dare priorità ai propri interessi immediati, catalizzando potenzialmente tensioni regionali che si estendono ben oltre il confine tra Israele e Gaza. Una possibilità preoccupante è il coinvolgimento di Hezbollah, un gruppo di miliziani sciiti sostenuti dall’Iran che controlla il confine meridionale del Libano. Dopo il recente attacco a sorpresa e l’incursione di Hamas nel territorio israeliano, Hezbollah potrebbe cogliere l’opportunità per lanciare un’offensiva dal nord, attirando così l’immediata opposizione di Israele, degli Stati Uniti e dei loro alleati. Il destino degli Accordi di Abraham è in bilico, mentre il conflitto infuria e i civili palestinesi continuano a soffrire. Le prospettive di normalizzazione con Israele da parte degli Stati sauditi e di altri Stati arabi potrebbero non essere più a portata di mano e molti leader arabi rischiano una sostanziale perdita di legittimità tra la popolazione araba. Nel frattempo, l’Egitto è alle prese con il complesso compito di accogliere i rifugiati palestinesi al valico di Rafah, salvaguardando al contempo il proprio territorio da potenziali incursioni di gruppi affiliati ad Hamas.

Saluti:

Roberto Sgalla (Centro Studi Americani);

Intervengono:

Pietro Baldelli (Università degli Studi di Perugia, Centro Studi Geopolitica.info);

Lorenzo Cremonesi (Corriere della Sera);

Marta Dassù (Aspen Institute Italia);

Jonathan Panikoff (Atlantic Council);

Nicola Pedde (Institute for Global Studies);

Modera:

Karim Mezran (Atlantic Council).

Per partecipare all’evento è necessario accreditarsi inviando una email a: event@centrostudiamericani.org

You May Also Like

Disinformazione e fake news

Il futuro dell’UE tra opportunità e crisi

La legge del più forte: Il diritto come strumento di competizione tra Stati

Bright Lights Bookclub – Incontro di marzo